Cannocchiale e microscopio

Yamanaka

Eugenia Roccella su Avvenire di oggi riporta un’intervista al dottor Shinya Yamanaka (sopra in foto) che ha scoperto un metodo per avere cellule staminali con proprietà analoghe a quelle totipotenti embrionali, senza però distruggere gli embrioni.

Il New York Times, che ha sempre fie­ramente sostenuto la ricerca sugli em­brioni, pubblica una lunga intervista a Shinya Yamanaka, lo scienziato giapponese che ha scoperto il modo per far regredire le cellule somatiche adulte allo stato embrionale. La scel­ta fatta da Yamanaka non è stata ca­suale, e nemmeno dettata da ragioni puramente scientifiche: è stata una scelta etica, o, più semplicemente, u­mana. È bastato uno sguardo, rac­conta il New York Times, per cambia­re una carriera. Lo scienziato è stato invitato da un amico a visitare una cli­nica per la procreazione assistita; os­servando al microscopio un embrio­ne, Yamanaka ha realizzato che «c’era solo una piccola differenza» tra l’em­brione e sua figlia. Da quel momento, ha pensato che non si potevano usa­re con tanta disinvoltura gli embrioni in laboratorio: «Dev’esserci un altro modo», si è detto. L’ha cercato, e l’ha trovato.

Nell’intervista originale Yamanaka dice: «When I saw the embryo, I suddenly realized there was such a small difference between it and my daughters».

Eugenia Roccella nell’articolo polemizza giustamente contro la mordaccia del silenzio che da noi è stata messa su questo e altri fatti di inversione di tendenza. Si fa finta di niente. Si continua come prima. Non si vuole guardare nel microscopio. E poi, se va bene, a scuola, sui giornali, in televisione, si continua la crociata contro “l’oscurantismo della Chiesa nei confronti della scienza”; Chiesa che non guardò dentro il cannocchiale di Galileo per non cambiare idea: il bue che dà del cornuto all’asino. Oggi è il microscopio che attesta l’umanità dell’embrione, ma chi ci guarda con attenzione? Le parti sono rovesciate. Grazie dott. Yamanaka, e grazie a sua figlia.

1 Commento a “Cannocchiale e microscopio”

  1. Orarel » Blog Archive » Battute sulla persona nel microscopio scrive:

    […] tratta di un essere della specie umana, un essere umano. Ed è già molto, coi tempi che corrono (Vedi). Dire poi che questo (o questa, perchè gli embrioni sono anche femmina) non sia una persona solo […]

Scrivi un commento