Nos conviene que haya tension

Zapatero fuori onda e tensione

Il 15 febbraio i giornali riportano il fuori onda, o “fuera de antena” come dicono in Spagna, di Josè Luis Zapatero, durante la campagna elettorale per le nuove elezioni. Finita l’intervista per la Cuatro Zapatero continua a parlare con il giornalista Gabilondo:

«Cosa dicono i sondaggi?». «Bene, bene», risponde il premier. Gabilondo: «Nessun problema, no?». E Zapatero: «Credo che a noi convenga che ci sia tensione…». Il giornalista: «Conviene moltissimo». Il premier: «Comincerò, a partire da questo fine settimana, a drammatizzare un po’. Ci conviene molto. Se no, la gente…». La gente che fa?
(Michele Farina per il Corriere della sera)

Il giorno dopo per rimediare alla gaffe Zapatero afferma che con “tensione” voleva significare “mobilitazione” del suo elettorato. Non mi interessa qui opinare sulle vere intenzioni del politico spagnolo, fra l’altro sostenitore a suo tempo della «opposizione tranquilla». L’accaduto capita invece a fagiolo per aiutare a capire alcune reazioni esageratamente accese di questi giorni sul tema dell’aborto.

Ci sono le elezioni anche da noi e mi sembra che si tenti di delegittimare la posizione dei cattolici su quei temi sensibili e di rilevanza etica. Giuliano Ferrara ha infastidito qualcuno. Ma non è cattolico. Inoltre né lui né alcun altro ha mai detto di voler cambiare la legge 194, eppure le streghe scendono in piazza con cartelli tipo: “La 194 non si tocca”. Chiederemmo, se possibile, di applicarla nella sua interezza. Neanche questo si può fare? Bisogna invece applicarla stravolgendola, usandola come un lasciapassare per ogni tipo di aborto, perfino quello eugenetico o come regolazione delle nascite, pratica vietata dalla stessa intoccabile legge?

“La Repubblica” da giorni pompa con titoloni drammatizzanti in prima pagina sulle questioni etiche per allarmare, per chiamare a raccolta, per rendere idrofobi e urlanti gli elettori e gli eligendi (come Pannella in diretta televisiva, non fuori onda, quando ha saputo che Ferrara non andava e che quindi non poteva torchiarlo come solo lui sa fare). Si alza il tono polemico fino alla tensione perché così non si ragiona, non si capisce, non si deduce. Gli emuli nostrani di Zapatero sanno già tutto di quel gli “conviene, conviene moltissimo”.

12 Commenti a “Nos conviene que haya tension”

  1. filippo scrive:

    Streghe mi sembra un termine un po’ offensivo per persone che sono scese in piazza liberamente a manifestare come loro diritto.
    certo che ferrara non vuole cambiare la legge, vuole abolirla! credo sia pure peggio…
    nessuna persona perbene e rispettosa vorrebbe mai alzare la voce, ma se gli integralisti cattolici vogliono togliere dei diritti alle donne, credo che sia giusto che esse protestino.
    proprio non capisco il collegamento con zapatero, mi appare forzato, forse perchè nela vostra mente distorta lui è il diavolo che comanda le streghe?
    ma guardate che ai cattolici lui non fa proprio nulla, da solo diritti in più ai non cattolici…

  2. Francesca scrive:

    La cosa più strana è che si dà subito addosso ai cattolici..anche senza sapere da chi è partita la richiesta e cosa succede..si legge un titolo sul giornale per caso, e via..subito addosso ai cattolici!
    In questo mondo dove si vuole accettare tutto e tutti per forza, le uniche opinioni che non possono essere espresse sono quelle dei cattolici!

  3. LaChriss scrive:

    Beh Francesca, i Cattolici, come li chiami tu, hanno avuto pure il coraggio di dire “fate obiezione di coscienza sul set” per una scena di sesso che ti posso assicurare (l’ho vista) non è nulla di sconvolgente… c’è stato ben di peggio.
    Ci si scandalizza per due persone ETEROSSESSUALI (e già qui dovreste essere contenti, o no?!) che fanno l’amore. Va beh, non lo fanno sotto le coperte e magari non sono neppure sposati e magari usano dei contraccettivi (chi lo sa?!) ma non ci vedo nulla di scandalizzate, lo facciamo tutti, chi prima o chi poi.

    Si tirano sempre in mezzo i cattolici, ma lasciamelo dire, in casi come questo, mi fanno pure davvero ridere…. e anche tanto. E credo che si siano messi a ridere pure Moretti e la Buy.

    Sono i cattolici che spesso credono che sia meglio vivere in un 1500. E mia nonna non si è potuta sposare in chiesa (nonostante sia credente) solo perchè era tesserata ad un partito, e tutto questo per “colpa” dei cattolici.
    Ecco perchè spesso si prendono di mira i cattolici, come dici tu.

    Poi ovvio, potreste passare come povere vittime del XXI secolo o magari aprire un po’ la mente e capire che viviamo negli anni 2000 e il pensiero, nel frattempo, si è evoluto (poco o molto, ma l’ha fatto)

    Per quanto riguarda Zapatero, con l’aborto, in questo caso, non c’azzecca proprio una cippa! Scusate…

    Ch.

  4. LaChriss scrive:

    Ah dimenticavo:

    -”In questo mondo dove si vuole accattare tutto e tutti per forza, le uniche opinioni che non possono essere espresse sono quelle dei cattolici!”-

    Mah, in questo mondo forse, ma in Italia ti posso assicurare che i cattolici per ora hanno sempre avuto un largo spazio, sia in politica, sia nella società in generale. Se in italia non ci sono ancora i Pacs è “merito” dei cattolici, e i cattolici sono alla “base” di alcuni partiti che si candidano in nome delle “radici cristiane del nostro paese”… quindi dai, non facciamo i perseguitati… non più perlomeno.

  5. Pier scrive:

    ” Se in italia non ci sono ancora i Pacs è “merito” dei cattolici, e i cattolici sono alla “base” di alcuni partiti che si candidano in nome delle “radici cristiane del nostro paese”… quindi dai, non facciamo i perseguitati… non più perlomeno.”

    Qua di perseguitato vedo che ci si sente solo una frangia politica che ha “governato” per nemmeno due anni e che rosica perché gli avversari hanno componenti cattolici! Che ridere, è colpa forse del centro-destra se il governino di Prodi ha fallito? Vuoi mostrare così poca intelligenza dicendo questo? Non mi sembra fuori luogo la presenza di politici cattolici. Semmai fastidiosa per voi, ma di certo Non utopica. Credo sia ben più ridicolo chi predica il comunismo di chi predica la religione prevalente in Italia se proprio vogliamo fare un paragone. I Cattolici danno fastidio e le tue parole lo dimostrano LaChriss. Ma per fortuna c’è una democrazia nel nostro paese che va oltre il giudizio mio e tuo o di chi altro a fronte di quello popolare. Ne riparleremo il 15 aprile direi :-D

  6. Massimo Zambelli scrive:

    X filippo:
    Negli slogan “le streghe sono tornate” o “non sono mai partite”, sono loro che si autodefiniscono così.

    Il rapporto tra gaffe di Zapatero e polemiche accese sull’aborto ho cercato di dirlo. E’ comunque una mia congettura. L’analogia la vedo nel creare “tensione” sociale (in vista delle elezioni) su un qualcosa, la legge 194, che nessuno ha detto di volere togliere. Dà fastidio il semplice ragionare.

  7. LaChriss scrive:

    @Pier:
    “Ma per fortuna c’è una democrazia nel nostro paese”

    E’ bello che ci siano ancora persone come te che credono che in Italia esisti una vera e propria democrazia (non sono ironica). Ma se apriamo gli occhi, sia a destra che a sinistra, non è così. Per moltissime cose.
    ;-)

  8. Massimiliano Vignoli scrive:

    ridi ridi…voglio proprio vedere chi riderà il 15 aprile…con un senato spaccato a metà…e Casini che fa C(c)asini con i suoi senatori eletti in Sicilia(ci metterà cuffaro nelle liste????)

    e tanto perchè sono i 60 anni della costituzione più bella del mondo…

    articolo 1
    […]
    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

    tutto il resto e populismo…fumo negli occhi…il parere del popolo non è la verità assoluta…e non può tutto…

    e io non conterei sui cattolici di centrodestra(ma ci sono questi cattolici o sono atei devoti?che vogliono una fetta di nonpensanti pecoroni?)…ultimo dei quali(cattolici di destra) l’ormai eterno Silvio Berlusconi…che fa orge nella sua villa in sardegna poi va candido candido con la moglie a trovare il Pontefice(che secondo me è meglio di Papa…almeno sa che il suo mestiere è costruire non distruggere). Ma Berlusconi ha mai preso una posizione su un tema ETICO???????? che domanda idiota…è come chiedere ha un cieco(dalla nascita) se ha mai visto il sole…

    ciao
    Massimiliano Vignoli

  9. Giacomo Puricelli scrive:

    Io non posso sopportare questo parlare di non pensanti… con che buon diritto si osa giudicare la gente… personalmente concedo il beneficio del dubbio a tutti. Comprendo finalmente che c’è gente che considera matriale biologico e non persona non solo il feto. Col metro con cui giudicate sarete giudicati! E per metterla sul piano laico l’esistenza dei nonpensanti non è provabile, è un insinuazione! (e il giudice disse obiezione accolta). Anche se ci fossero sono equamente distribuiti tra le due parti… Un siffatto pensiero è l’anticamera della DITTATURA, che è sicuramente peggio della democrazia ancorchè imperfetta.
    Ps Pannella a Porta a Porta parlava di dittature chiesastiche o qualcosa di simile… a cosa si riferiva? Non ne conosco, sicuramente per mio difetto. Qualcuno mi dica quali sono per favore. Non si citi l’SCV perchè una cosa troppo sui generis.

  10. Massimiliano Vignoli scrive:

    Non so se la faccenda dei non pensanti sia rivolta a me…ma cmq siccome io la ritengo una cosa valida…

    Giacomo giacomo…insomma gira un po’ per internet…io sono molto limitato e le cose che dico spesso le ho già lette da qualche altra parte in particolare questa…cercando ho scoperto che pare l’avesse detta il Cardinale Carlo Maria Martini…ovvero che il dibattito morale per il futuro non si svolge tra credenti e non credenti, ma tra pensanti e non pensanti…ora è certo che la cosa sia trasversale…però non te la prendere…ho profondo rispetto dei cattolici(solo di quelli veri però) come ho profondo rispetto degli agnostici o degli atei(sempre quelli veri)anche se io temo di essere tra questi ultimi(anche se non garantisco se proprio veri veri)

    sulla democrazia siamo d’accordo non la baratterei per nulla al mondo(nemmeno per la dittattura del Proletariato..ahahahaha)

    ciao ciao
    Massimiliano Vignoli

  11. Francesca scrive:

    Innanzitutto vorrei fare presente a LaChriss che se una legge è accettata da tutti tranne che dai cattolici passa lo stesso..quindi se i Pacs non sono passati è perchè c’erano anche molti altri contro questa proposta!!
    E poi è mia opinione che in questi ultimi anni si tenda a generalizzare un casino..non è che se un prete o vescovo che sia dice qualcosa, allora vuol dire che tutti i cattolici la pensano così..anche i preti e i vescovi sono persone umane, possono avere giudizi sbagliati..ma soprattutto non ci fermiamo alle apparenze..troppe volte i giornali manipolano una mezza frase, un qualcosa di detto e non detto..per farne un super polverone..

  12. LaChriss scrive:

    Guarda, sulla manipolazione dell’informazione non sono d’accordo: DI PIU’!!! Io in primis mi batto, costantemente, per far sì che esistano forme di informazioni alternative, come ad esempio la rete, che permettano di avere un quadro generale e obbiettivo di quello che accade davvero in Italia.

    I giornali sono manipolati dalla politica. Le televisioni pure. Internet (almeno per ora) sembra essere un isola felice dove la democrazia e la liberta di opinione esistono ancora . . .

    ;)

Scrivi un commento