Omofobia

barilla_500.jpg
Omo-fobia. Stanno facendo una legge basata su un errore linguistico e concettuale, tipico di chi confonde la realtà delle cose inventandosi il terzo sesso, o eliminando padre e madre, o imponendo uguaglianze nel matrimonio (da “mater”) che non esistono… Omofobia non vuol dire “odio per l’omosessuale” ma semmai “paura dell’omosessualità”. E da quando in qua una paura diventa reato? Stanno imponendo un regime liberticida e questo episodio di Barilla ne è l’ennesimo antipasto.

2 Commenti a “Omofobia”

  1. Filippo scrive:

    Continuo a non capire perché estendere una legge che combatte altre discriminazioni, tra cui la xenofobia e la differenza di credo religioso, vi faccia svegliare quando mai avete protestato contro una legge che vi tutelava in prima persona da parte di chi poteva discriminarvi in quanto cattolici. Se non c’è la tutela contro gli omofobi, io voglio che salti pure la tutela per i cattolici. Voglio essere libero di discriminarli!

  2. Massimo Zambelli scrive:

    La cosidetta legge Mancino, di 20 anni fa, non è nata per proteggere le religioni. Per quello c’è già la costituzione e il codice civile (forse). Invece aveva come obiettivo quello di contrastare la rivitalizzazione di ideologie e movimenti nazi-fascisti. La religione, come la nazionalità e l’etnia, sono citate nella legge perchè chi incita all’odio per colpire la vittima attacca tutto ciò che la riguarda e identifica, e la religione è importante per costituire una identità. L’antisemita, ad es., può attaccare l’ebreo sia per la sua appartenenza a un ceppo etnico/razziale che per la sua religione, l’ebraismo, o la sua nazionalità israeliana.

    In questo decennio la chiesa e il cristianesimo sono stati attaccati e insultati gratuitamente e senza remore, nei media, internet e nel mondo dell’arte (in altri paesi mettono bombe nelle chiese, senza che nessuna lobby boicottatrice insorga e con il sorriso compiaciuto degli anticlericali), senza che mai succedesse niente per chi discriminava. Qui da noi è bastata una frase più o meno infelice di un pastaio che si è scatenato un boiccottaggio mondiale. Se vogliamo, anche in questo blog ho dovuto leggere e sopportare offese e insulti alla mia religione intesa come droga, bigottismo, retrograda, da cancellare e ora omofoba. Materiale per denunce, se la legge Mancino fosse fatta per quello, ce ne sarebbero state anche qua. La chiesa non è come la lobby gay, per fortuna. Si dovrebbe vivere in società in cui non c’è bisogno di alcuna legge Mancino.

Scrivi un commento