Archivio della Categoria 'Insegn. relig. catt.'

Giustizia è fatta: Irc fa credito

Giovedì 31 Maggio 2007

Dallo SNADIR, sindacato insegnanti religione (www.snadir.it):

Il Consiglio di Stato boccia il Tar Lazio

L’Irc deve essere valutato nel credito scolastico

   Il Consiglio di Stato - Sez. VI - n.2699/2007, ha disposto la sospensione dell’esecutività dell’ordinanza del TAR Lazio – Sez. III/quater - n.2408/2007, con la quale era stata, a sua volta, sospesa l’efficacia dei punti 13 e 14 dell’art.8 della O.M. n.26 del 15 marzo 2007, in materia di istruzioni e modalità per lo svolgimento degli esami di Stato.

   Rimangono, pertanto, in vigore le norme che regolano l’attribuzione del credito scolastico previste dall’O.M. n.26 del 15 marzo 2007.

   Esprimiamo la nostra soddisfazione per gli studenti che si avvalgono dell’insegnamento della religione, ai quali viene riconosciuto l’impegno e il profitto  mostrato in una disciplina scolastica avente la medesima dignità formativa e culturale delle altre.

   Esprimiamo soddisfazione anche per tutti i docenti di religione che vedono così confermato il senso ed il valore del loro impegno professionale nella scuola italiana.

Orazio Ruscica

Giustizia à fatta. Grazie alle manie laiciste che hanno fatto ricorso all’Ordinanza ministeriale la quale prevedeva per l’Irc (Insegnamento religione cattolica) di potere concorrere al credito scolastico, è stata ribadita la CURRICORALITA’ dell’insegnamneto. Infatti varie associazioni (appaludite dalla CGIL scuola) volevano rifutare la capacità di credito obiettando la curricolarità della materia, che invece è stata ribadita (come già stabiliva la Corte costituzionale). Grazie agli avversari.

Ingiustizia discriminante

Venerdì 25 Maggio 2007