CONFRONTI

 

 

 

     
     

Il potrere sulla vita propria ed altrui

lunedì 5 luglio 2004 14.52

----- Original Message -----
From: Cam.


> vedi perche poi dici che ti chiamo bastardo orarel perche sei infido parli come se qualcuno amasse fare degli aborti cioe eliminare quanto di piu caro si ha al mondo,

Decidetevi! Come si fa infatti a considerare il feto e l'embrione come qualcosa che non ha niente a che fare con l'essere umano, un ammasso non umano di cellule, una potenzialità di persona e figlio, e contemporaneamente "quanto di piu caro si ha al mondo", il "proprio figlio"? Ripeto, decidetevi.

> e per questo che sei odioso, ancora non capisci che nessuno puo essere contento di sopprimere il proprio figlio ma certe volte si é costretti

Vedi Cogne.

> noi non siamo per l'aborto noi siamo contro le mammane

Allora lotta per educare al rispetto della vita. Impegnati a mettere in atto quei deterrenti all'aborto presenti nella stessa 194 e invece aborriti perchè si intende l'aborto come un diritto intoccabile. Lotta con me a convincere quelli della lista che credono che l'aborto non colpisce nessuno, che non è un male perchè non uccide una vita umana. Aiutami a fargli capire che si elimina una vita umana.

> nel mondo ci sono state e sempre ci saranno delle situazioni tragiche di figli che non si vogliono per tanti motivi uno piu doloroso dell'altro

Sei molto ingenuo o molto falso. Sembri non conoscere la trafila ipocrita e le motivazioni che portano all'aborto. Io ne conosco tantissimi di casi e non sono situazioni tragiche. Semplicemente non si vuole la scoccciatura di un figlio. E si ammazza un figlio.

> ma perche tu e tanti come te devono entrare nella vita personale degli altri

Perchè nessuno deve avere potere sulla vita altrui. Tanto più se totalmente innocente.

> tu non vuoi abortire non abortire e lascia perdere gli altri vivere la loro vita e la loro morte.

E allora se tu non vuoi drogarti non farlo, non vuoi rubare non farlo, non vuoi "pedofilizzare" non farlo, ma non impedire queste cose agli altri a cui invece va bene farle.

> ma cambiamo discorso perche se io sono malato di cancro soffro pene indicibili magari mi cago nel letto perdendo tutta la dignita davanti alle persone che amo dando a loro indicibili sofferenze ,perche non ho il diritto che qualcuno della mia famiglia mi trovi una pillola per farla finita con le sofferenze e con la mancanza di dignità?

Non c'è mancanza di dignità in chi soffre. Anzi io vedo che la massima dignità umana sta nel lottare contro il male e la sofferenza accettando il limite insito nella vita.

> perche te ed altri come te mi vogliono espropriare della mia vita o della mia morte ??

Sempre i casi penosi. Nell'aborto, nelle staminali, nell'eutanasia, nell'omosesualità che vuole il matrimonio perchè il compagno ha l'Aids. Sempre a ciulare il mondo con i casi pietosi. Ditelo senza ipocrisia. Tu vuoi il diritto di abortire, di ammazzare, di ammazzarti, di fare quel che ti pare. La sagra della volontà di potenza. Il delirio infantile-senile di onnipotenza. Tolto Dio di mezzo l'uomo si fa dio.

Perchè tiri fuori il caso penoso per l'eutanasia? Se tu hai diritto sulla tua morte allora NON OCCORRE che tu sia sofferente con la cacca nel letto. Basta che tu soffra l'assenza della dignità umana, o che semplicemente ti vada di fare così, che lo stato ti deve aiutarti a morire. Una bella pilloletta prodotta dalle Industrie Farmaceutiche Stataii e via. Se tu hai diritto a morire la società ha il dovere di accontentarti. A un diritto corrisponde un dovere. Che bella società eh, in cui uno alza il dito perchè è stato bocciato a scuola e chiede "The last pill". Adesso voglio vedere te, liberaldomenicale cosa farai e cosa gli dirai. Se diventi tiranno e impedisci il suo "sacrosanto" diritto di fare della sua vita quel che gli pare o se lo accontenti.

> come vi permettete con le vostre imposizioni assurde e violente entrare nella sfera della mia vita privata ? a questo devi rispondere ??

Rispondi al mio caso che deipocritizza le tue storie. Sii meno liberaldomenicale e tira le conseguenze di quel che chiedi. Prova ad accorgerti di quel che pensi e dici e pretendi.

> io sono padrone della mia vita o della mia morte??

NO, la vita umana, propria e altrui (altrui e quindi propria, altrui perchè propria) non è un oggetto di cui disporre da padrone o da schiavo.

> senza far del male agli altri

E poi vuoi aboirtire vuoi il diritto di abortire il "proprio figlio", "quanto di più caro al mondo".

> o sei padrone te della mia vita o della mia morte??

Sono custode della mia e tu della tua.

> ti rendi conto che fate delle violenze assurde ancora oggi altro che passato. eravate criminali e continuate ad esserlo,

Ognuno che ammazza ha tanti buoni motivi e se lo scolti ti convince che aveva ottime ragioni.

> d'altronde é la vostra caratteristica. rispondimi sono padrone della mia vita di morire come voglio 'senza dar fastidio agli altri??

Nell'eutanasia tiri in ballo gli altri.

Massimo