Home   Studenti   Cristianesimo   Estetica   Religioni  Link
  Piazza   Genitori     Fede e ragione     Etica  

  Materiali

   Guestbook
  Contatto   Blog     Persona-Società     Pensieri     Libri    Svaghi





Pensieri

 

· Saluto introduttivo
· Pasqua e pensiero
· Filosofia & Nichilismo
· Miracolo e rivelazione
· Silenzio di Dio
· La gioia del cristiano

 

Studenti

 

· Dio e il male
· Hai un momento Dio
· I pregiudizi
· Noi, ragazzi di oggi
· Regole, fede e libertà

 

Estetica

 
· Fotografia: "Ombre"
· Canto di Natale
· Dottor Jelyll e Mr. Hide
· Recensione libri
· Effetti sul Tempo
· Martin Rainer
· Cinema - Recensioni
 

 

Genitori

 
"Quando uno nasce in una famiglia di credenti..."  

 FORUM Un PACS indietro L'amicizia spirituale Come leggere la Bibbia  Genitori >> Crescere Difesa insegnanti religione

 

Etica


Dibattito sul fondamento del Bene e del Male a partire dalla frase di Feodor Dostoevskij:

Entra nella sezione

Il Papa in Parlamento
Piccolo Forum

Nella sezione "Confronti" sono pubblicati alcuni interventi sulla visita di Giovanni Paolo II al Parlamaneto italiano avvenuta il 14 novembre 2002. Vai al Forum



Lettere dei compagni di classe a Paolo, chiamato "Pallino", morto a scuola il 18 gennaio 2002. Leggi




Il "Liber Paradisus"
e la libertà degli uomini

Nel 1257 a Bologna fu emanato il "Liber Paradisus", un provvedimento con il quale furono riscattati e liberati i servi della gleba residenti sul territorio.

PROBLEMATICHE BIBLICHE
a cura di Gian Pietro Basello

> Non ci indurre in tentazione
> Qumran
>
Prologo del Vangelo di Giovanni

 

Cosa c'è di più adatto che recensire il film L'Ora di Religione di Marco Bellocchio nel nostro sito Orarel?

Sguardo teologico su un classico: "Lo strano caso del Dottor Jekyll e del Signor Hide" di Massimo Guizzardi

Cinema

Sono stati recensiti da Giuseppe Emmolo i seguenti film:

Se ne dicono tante su questo film. La "Passione di Cristo" di Mel Gibson è semplicemente una Via Crucis. Al di fuori da questa comprensione prevarrano letture distorsive. Proponiamo una interpretazione che ne tiene conto.

 

È davvero possibile realizzare un mondo senza povertà?

Muhammad Yunus, conosciuto come il banchiere dei poveri, vive in uno dei paesi più poveri del mondo: il Bangladesh. Il paese è periodicamente devastato da calamità naturali (cicloni, inondazioni e carestie). Il 40 % della popolazione non arriva a soddisfare i bisogni alimentari minimi giornalieri. L'analfabetismo raggiunge il 90 %. Eppure è nata qui la Grameen Bank e con essa un'idea per far sparire la povertà dalla faccia della terra...

di Lara Labanti

 

Testi sulle Radici cristiane dell'Europa
e Petizione all'Europarlamento

Sta per essere approvata la Costituzione europea.
Anche noi di Orarel aderiamo all'appello di tanti gruppi che a livello europeo chiedono che il Preambolo della Costituzione sia adeguato alla verità storica, nominando direttamente, senza rimozioni ideologiche, l'eredità ebraica e cristiana
come parte del patrimonio di valori dell'Europa.

Documentiamoci e agiamo firmando e inviando via e-mail una pertizione all'Europarlamento

 
 

Il Crocifisso pubblico

La scorsa primavera ho terminato il libro "Il Crocifisso pubblico. Cristianesimo, società e futuro" e l'ho pubblicato presso un editore online. E' una corposa indagine e riflessione su ciò che è implicato nella questione dell''esposizione del crocifsso nei luoghi pubblici. รจ

Ho mandato alcune copie ad editori (cartecei) cattolici i quali però, forse spaventati dalla mole (500 pagine) o dalla supposta marginalità dell'argomento, non hanno trovato per ora gradimento. Vista la ripresa in grande del tema dell'esposiione del crofisso lo rendo disponibile nel sito de "Il mio libro": Vai al libro Il Crocifisso pubblico

Qui sotto, dopo la copertina, riporto uno stralcio dell'introduzione in cui viene spiegato perchè è importante questa questione. In questa pagina invece pubblico l'indice e l'intera introduzione: Scheda libro.

Dalla introduzione del libro:

"La questione della presenza del crocifisso nei luoghi pubblici riflette un importante confronto culturale. Le ripetute e costanti battaglie per eliminarlo sono il sintomo di intenzionalità profonde che vogliono sganciare sempre più radicalmente la cultura contemporanea dalla religione e dal cristianesimo.

Di per sé esporre o deporre un crocifisso può essere una questione marginale, riguardante l’arredo di alcuni locali e coinvolgente la differenza di gusti estetici, ma ciò che è implicato nel profondo riguarda aspetti fondamentali per il presente e il futuro del nostro vivere sociale, come il grande e decisivo dibattito sul ruolo pubblico della religione, la determinazione dell’idea di laicità, il rapporto tra l’identità storica di una nazione e la multiculturalità, la riconfigurazione del concetto di natura umana, la fondazione trascendente dei valori e dell’etica. Se non fossero in gioco questi elementi così importanti cosa accadrebbe in fondo di grave se il crocifisso venisse tolto da scuole, ospedali e tribunali? Tutto continuerebbe come prima. Ma in gioco c’è molto di più di un segno grafico.

L’esposizione o la deposizione del crocifisso nei luoghi pubblici è il segno dei tempi sia del processo di abbandono del rilievo pubblico della religione, sia, all’opposto, della necessità di ridare senso religioso ai postulati veritativi e normativi che abitualmente usiamo. La querelle sul crocifisso diventa quindi un’ottima occasione (pretesto, se vogliamo) per indagare il rapporto in tensione tra modernità e religione, identità culturale e cristianesimo, laicità e religiosità, vita pubblica e Chiesa, etica e fede. È una quaestio che assomiglia alla punta di un iceberg, il quale, sotto il pelo d’acqua della visibilità mediatica dei casi più eclatanti di eliminazione del simbolo, nasconde una serie di temi e di implicazioni grandi appunto come una montagna. Per questa ragione chi vuole mantenerlo, o rimetterlo là dove manca, non può più basarsi solamente sull’usanza, la tradizione, l’abitudine, la consuetudine, ma deve recuperare attenzione alla vera posta in gioco, ed attrezzarsi ad affrontare con motivazioni razionali le intenzionalità secolariste che la polemica iconoclasta nasconde".

Cardinale Costantini - mostra e convegno

Informo di una Mostra e di un Convegno di studio sul Cardinale Celso Costantini che ha aperto la via tra Chiesa e Cina.Si terrà a Pordenone dal 18 ottobre 2008 al 18 gennaio 2009.
- Per saperne di più
- Vedi Locandina

 

Un bel servizio del TG2 sulla montatura del caso Galilei per la visita di Benedetto XVI a La Sapienza di Roma.

Il servizio è andato in onda sul TG2 delle ore 13 di lunedì 14-01-08. Guardate e ascoltate l'interessante e provocatorio testo nei confronti dei Nuovi inquisitori che amano censuarre il pensiero altrui. Il testo sarebbe da divulgare ovunque (Leggilo qui).

Alla faccia della proterva autoattribuzione di pensiero aperto, amante del dubbio, antidogmatico. Parole. C'è un clima inquisitoriale di caccia al cattolico. Se ne stia in chiesa il Papa e chi è cattolico. E avanti con i finti sorrisini di finta accettazione, in TV, nei partiti, nelle università, iovunque. In realtà c'è profondo disprezzo. Vedi nel Blog il simbolo dell'Università.

Avvenire parla (bene) del nostro sito Orarel.com

Avvenire del 29-12-07, nella rubrica "Il direttore risonde", tenuta dal direttore Dino Boffo, cita in modfo positivo il nostro sito Orarel.com :

 

"Basta sfogliare le pagine del bel sito internet www.orarel.com per rendersi conto di quale forziere di conoscenze e di educazione può essere l’Irc".

Grazie al Direttore. Qui il testo integrale.

Il Blog di Orarel

Da "Ora di Religione" a "Religione Ora", cioè oggi, adesso. Un Blog che mi permette di parlare liberamente di fatti che intrecciano la religione, e sono tanti. Visita il Blog Orarel.com

Nuovo Blog di rarel

Interrogazione del Ministro Mastella sulla presenza del crocifisso nelle aule di giustizia

Durante il Question time di mercoledì 7 febbraio 2007, il Ministro della giustizia Clemente Mastella (Udeur) ha risposto all'interrogazione dell'On. Turco (Rosa nel pugno) sulla presenza del crocifisso nelle aule di giustizia.

 

Per vedere e ascoltare il confronto: Vedere Video
Per il testo scritto integrale: Testo integrale

Dossier imperdibili

Belli e profondi. Lo dico con totale convinzione. Per questo, in completa autonomia, vorrei farli conoscere a tanti altri. Sono i due dossier che Avvenire pubblica con il giornale del giovedì (è vita) e del venerdì (la neonata è famiglia), rispettivamente sui temi di bioetica e sulla famiglia.

Sono uno strumento utilissimo per conoscere e approfondire temi centrali per importanza e attualità. Per il ricchissimo archivio di arretrati cliccare le rispettive immagini.

 

 

Avviciniamoci al mistero del Natale di Gesù Cristo contemplando l'icona della Natività della scuola di Andrej Rublev.
Testo di don Gianluca Busi

La Passione di Cristo

NATIVITY

di Catherine Hardwicke, regista del film "scandalo" Thirteen. In una recente intervista la regista dice che con Nativity ha completato la sua trilogia sull'adolescenza, in quanto in quest'ultima opera la storia di Gesù è filtrata attraverso gli occhi di Maria che ha 16 anni. L'altro film è Lords of Dogtown.

Qui presentiamo la recensione di Giuseppe Emmolo (Leggi). Voglio solo sottolineare che Nativity non l'ho ancora visto ma che avendo saputo che la regista è la stessa di Thirteen mi sono ripromesso di farlo. Infatti ho apprezzato molto Thirteen anche se un pò "osè". E' un film che consiglio e appena ho tempo ne vorrei parlare in modo approfondito. Dico solo di stare attenti, come chiave intepretativa, alla scena iniziale e a quella finale, facendo inoltre attenzione alla presenza diffusa di un poster pubblicitario in cui si vede uno sfondo bianco da cui spiccano solo gli occhi e la bocca di una donna e dove è scritto in basso "Beauty is Truth". Un'altra icona diffusamente presente è la Croce: al collo delle ragazze e sopra a diverse maglie. Sono due icone che si sfidano per tutto il film. Nel primo caso la Verità è una bellezza disincarnata, senza volto, che elimina difetti, limiti e segni del tempo come le rughe. Tutto il film è una ricerca di superamento del negativo attraverso la sua rimozione mediante droga o sfrenatezza: inizia con il volto di Tracy che si stupisce di non sentire il male e finisce con un grido di chi il male lo vive e l'affronta. Il Dio della Croce è incarnato, affronta il male e lo combatte con l'amore. Grida sulla croce la totale condivisione della debolezza umana.

Thirteen è una parabola moderna del figlio prodigo. La Croce e il cristianesimo fanno da sottofondo a una società che cerca altri dèi. L'amica che l'accompagna nei gironi della perdizione si chiama Eve, colei che conduce fuori dal Paradiso illudendosi e illudendo di diventare un dio (sarete come dèi). La madre che abbraccia Tracy , la quale si crede abbandonata, gli dice "per te sono disposta a morire". La Croce vince. Nativity sembra il prequel (la nascita di Colui che sarà crocifisso per amore) di una storia di ricerca della felicità e degli sbandamenti che l'essere umano compie credendosi solo. La Passione di Cristo La Passione di Cristo La Passione di Cristo La Passione di Cristo

 

IN HOC SIGNO - CATALOGO

Catalogo della mostra tenutasi a
Pordenone - Portogruaro - Venezia
dal 4 aprile - 10 agosto 2006

Mostra storico-artistica di oreficerie, sculture, dipinti, miniature, stampe, tessuti e fotografie dedicata alla Croce

La croce è divenuta, nel corso dei secoli, un segno capace di attraversare religioni e culture diverse caricandosi di significati molteplici e ugualmente profondi.

Le sezioni della mostra IN HOC SIGNO:

  • Dal 400 al 1200
  • Dal 1300 al 1500
  • Dal 1400 al 1800
  • Arte contemporanea
  • Fotografia

Visita il sito ufficiale

Per approfondire alcuni temi del Codice da Vinci. Vedi

Applicarla bene

La legge 194 del 1978 si chiama "Norme per la tutela sociale della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza". La tutela sociale prevede un interessamento della società. La società non sono solo i cattolici. Combattere l'aborto riguarda quindi tutti. Fanno pensare le parole di Norberto Bobbio: "Mi stupisco che i laici lascino ai credenti il privilegio e l'onore di affermare che non si deve uccidere" (Intervista integrale).

La legge 194 contierne dei punti sulla lotta all'aborto, non solo all'aborto clandestino, che non sono applicati. Infatti solo a parlarne scattano reazioni reazionarie. I cattolici oggi chiedono che almeno la legge 194 sia applicata bene, cioè integralmente:

  • Riconoscendo ed educando al valore della maternità (art. 1)
  • Tutelando la vita umana dal suo inizio (art. 1)
  • Non banalizzando l'aborto riducendolo a metodo di regolazione delle nascite (artr. 1)
  • Rimuovendo fattivamente le cause che portano ad abortire (artt. 2 e 5)
  • Aprendo i consultori all'azione del volontariato sociale (art. 2)

Consigliamo la lettura di questi articoli, senza paraocchi, pregiudizi e censure ideologiche. ) La Passione di Cristo La Passione di Cristo

 

 

Un PACS indietro!
di Massimo Zambelli

Gay Pacs - Bandiera del movimento Gay. Ha i colori rovesciati rispetto a quella della pace e manca di un colore.Chi convive sceglie deliberatamente di non avere a che fare con lo Stato, vede il matrimonio come un fatto burocratico che intacca il sentimento e la relazione amorosa della coppia. Sentimenti contro burocrazia. Ora invece si vuole andare a ficcare il naso in quella scelta privatistica per trattare i conviventi come se fossero sposati. SONO LORO che non vogliono avere a che fare con Stato, società, dimensione pubblica dell’amore. Eppure lo Stato Mammone vuole ugualmente (e poco laicamente) intromettersi e offrire lo scimmiottamento del matrimonio con un contratto puramente burocratico (cosa evitata come sabbia negli occhi dai conviventi)... (Segue... ) La Passione di Cristo

 

 

Nuove recensioni di film

il nostro collaboratore Giuseppe Emmolo ci ha mandato nuove recensioni di film interessanti e utili per cineforum: The Island - La Rosa Bianca - The Exorcism of Emily Rose - Le Crociate

 

 

Una sezione in divenire per mostrare la ragionevolezza di non peggiorare la Legge 40 con l'abrogazione di importanti articoli, secondo la proposta referendaria.

La Passione di Cristo

 

Un libro da regalarsi e regalare

Consiglio caldamente di regalarvi, o farvi regalare
(o regalare) questo libro di J. H. H. Weiler, Un'Europa cristiana, ed. BUR Rizzoli (€ 7.50 l'autore dichiara che i proventi andranno in beneficienza).

Weiler è uno studioso di fama mondiale dell'Unione europea ed è un ebreo praticante. Compie una ricognizione sull'identità cristiana dell'Europa e denuncia la "cristofobia" nonchè la falsa "neutralità" del laicismo di certe lobby dirigenziali europee. Per approfondire

 

Dietro il crocifisso

La questione del crocifisso nei luoghi pubblici sta appassio- nando gli italiani. Giustamente. Perchè dietro al simbolo si intrecciano problemi centrali, quali il ruolo (pubblico o privato) della religione nella società, l'idea di laicità e di laicsmo, il valore della simbolicità, l'importanza del cristianesimo nel definire i valori e l'identità del nostro Paese, lo spazio e la rilevanza che vogliamo dare a quei valori nel futuro che stiamo costruendo.

L'indifferenza e l'ostilità verso il crocifisso, verso cioè quel segno che dovrebbe scaldare di grandi significati i muri della nostra vita civile, sono sintomo di una deriva nei confronti del cristianesimo. Secondo me recuperabilissima. Ho fiducia che i tempi che ci attendono sapranno fare giustizia di un certo disamore. Bisogna tuttavia ricominciare da capo. Come sempre d'altronde. Nessuna generazione parte mai da zero, ereditando le esperienze e le scoperte di chi l'ha preceduta, e però è giusto non dare niente per scontato e rimettere in discussione il lascito del passato per rigettarlo o per riappropriarsene.

Il silenzio di Pio XII... e di Gavras

Alla Chiesa viene chiesto di non compiere ingerenze nella vita politica, ad esempio sui temi importanti di bioetica. Contemporaneamente viene messa in cattiva luce la Chiesa di oggi dicendo che nel passato non si è impegnata abbastanza (facendo ingerenza) per gli ebrei durante il nazismo. Ad ascoltare queste critiche non è ben chiaro cosa dovrebbe fare la Chiesa, se starsene in sacrestia a pregare o se fare politica.

Costa Gavras ha riacceso con il suo film "Amen" la critica di colpevole silenzio e non intervento davanti al massacro degli ebrei. La croce diventa svastica come nella locandina ideata da Oliviero Toscani. Un'accusa infamante che filtra i fati con le lenti di interessi da decifrare. Questo è in gioco nella polemica sul silenzio di Pio XII. E' quindi importante conoscere quel che accadde.

 

«PARERE DEL COMITATO NAZIONALE PER LA BIOETICA
SU RICERCHE UTILIZZANTI EMBRIONI UMANI
E CELLULE STAMINALI»

Genitori >> Crescere

E' stato tentato un esperimento. Coinvolgere i genitori degli studenti nella condivisione su internet della loro esperienza di vita. I genitori fanno parte della scuola.

Un pò difficile ma sempre fruttuoso è cercare di farli pertecipare attivamente "sfruttandone" le competenze.

Il tema scelto è il "Crescere". Hanno risposto alle domande su cosa sia per loro il crescere, su quali esperienze, incontri, letture hanno contribuito a cambiarli, e se considerano già concluso il viaggio o se manca ancora qualcosa.

Ne è uscita un'interessante carrellata di opinioni, pareri, riflessioni che possono aiutarci a meditare su un concetto così fondamentale per tutti noi.

Immagina un Paradiso

di Massimo Zambelli

«Oggi è il giorno giusto per parlare dell’importanza della Pasqua di Gesù Cristo lasciandosi provocare da “Imagine”, lo sfruttatissimo “vangelo ateo” di John Lennon... »

 

Leggendo questo testo Mauro Breveglieri, un ragazzo di 18 anni, studente al V anno del Liceo scientifico Archimede, ha avuto un sussulto e ha replicato con delle interessanti considerazioni su John Lennon e il suo mondo. Idee che fanno pensare a loro volta. Scopo raggiunto.

Le promesse del corpo

A partire da una "fulminante" frase del film "Vanilla Sky" (con Tom Cruise, Cameron Diaz e Penélope Cruz) è nato questo "fulminato" "flusso di coscienza" di Chiara, una studen-
tessa di 4 liceo. La frase è la seguente: "Quando fai l'amore con qualcuno, il tuo corpo fa una promessa. Che tu lo voglia o no".

E' sempre difficile parlare di sessualità con i giovani. Ed è sempre interessante scoprire qualche pensiero controcorrente che può diventare a sua volta punto di partenza e spunto per una discussione in classe o tra amici:

Intanto è già stata pubblicata una reazione. Potete anche voi dire la vosra cliccando il link che trovate nella pagina... Leggi il testo

Neoumanesimo

Due contributi di Massimo Guizzardi su due pensatori cristiani che è utile riscoprire per rifondare un nuovo e urgente Umanesimo.

Introduzione all'importante testo di Giovanni Pico della Mirandola sulla "Dignità umana": "Verità e tolleranza nel Rinascimento italiano..." Incontro con Erasmo da Rotterdam. Introduzione alla vita, all'ambiente e alla sua famosa opera: "L'arte di vivere: saggezza o follia?..."

La redenzione in Pulp Fiction

Lo studente di quinta liceo Paolo Filipe si è lanciato in una appassionata, ardita, densa e interessante interpretazione del Cult movie "Pulp Fiction". Si parla di Shakespeare, Pop art e Bekett, Epifania e Redenzione, Grazia ed estetica. Leggi il testo.



La Chiesa e la Pace

«La pace in terra, anelito profondo degli esseri umani di tutti i tempi, può venire instaurata e consolidata solo nel pieno rispetto dell'ordine stabilito da Dio»
Pacem in terris


Confesso che la Chiesa mi ha spiazzato con la sua parola di Pace. Quando tutto sembrava inevitabile e comprensibile (dopo l'11 settembre...) la voce dell'anziano Papa è andata controcorrente, con fiducia e senza paura di risultare isolata. Prima di tutto a me stesso propongo questi testi sulla pace.

Storicità di Gesù Cristo

"E' veramente esistito Gesù Cristo? Ma soprattutto, è proprio necessario che sia storicamente esistito?

All'atteggiamento razionalista che tende a "sbriciolare" l'identità storica di Gesù di Nazareth fino a renderla una favola inconsistente, si affianca la tendenza spiritualista che fa del Cristo un simbolo universale di salvezza interiore che non ha bisogno di riscontro reale..."

Per rispondere a queste "tentazioni" proponiamo lo studio del prof. Andrea Nicolotti di Christianismus.it sulla storicità di Gesù attraverso le fonti storiche.

Lo studio è preceduto da una introduzione sulla necessità del Gesù storico, aiutata da un'interpretazione della "Deposizione nel sepolcro " del Caravaggio: il dito di Dio che tocca il mondo.

Dio e il male

Il crollo della scuola di San Giuliano in Molise ripropone la grande domanda sul binomio Dio e male.

Un'obiezione diffusa, e in fondo compren- sibile, vorrebbe negare l'esistenza di Dio a causa del male. Qui si tenta di mostrare come invece sia proprio l'idea di Dio, di un Dio esistente e crocifisso, ad attivare la resistenza al male. Senza Dio, infatti, il male diventa normale.

Accanto a questa riflessione sono raccolte le tante e variegate reazioni dei ragazzi alla frase del sacerdote di quel paese colpito dal terremoto: "Ma dov'era Dio mentre accadeva tutto questo?
Ho pensato: forse si era distratto"
.

Senso nascosto. Domande permanenti. Vita enigmatica.
A partire dalla canzone di Ligabue "Hai un momento Dio" sono state scritte le riflessioni di un centinaio di ragazzi sulla ricerca difficile e necessaria di un rapporto col Dio del senso.

Aggiungete le vostre riflessioni alle loro

 

Il Terremoto, Dio e il male Dietro il crocifisso